Arredare casa in stile hygge

Bianco

Il colore entra in modo deciso in ogni ambito della nostra vita, suscitando in noi una risposta immediata, istintiva ed emotiva.  Sfortunatamente non accade così quando dobbiamo abbinare sfumature e tinte per vestire la nostra casa. Scegliere i colori diventa una decisione delicata. Per questo a volte ci rinunciamo e optiamo per il bianco.

Ma il bianco non è poi così ‘neutrale’ ed è pur sempre un colore. Sceglierlo come tinta per le pareti di casa vuol dire creare una ‘tela di base’, uno sfondo, che di per sé dona all’ambiente un carattere particolare. Un interno dominato dal bianco ha una sua personalità, che spesso ci rimanda proprio allo stile nordico: luminosità, purezza, semplicità. La luce che non arriva dall’esterno si ricrea negli interni attraverso il bianco e le sue sfumature, con qualche tocco di colore in contrasto negli arredi e accessori. Se nero, come un coffe-table in metallo o una foto alla parete, sarà chic. Se verde, come una pianta o un tessuto in fantasia, sarà eco. E così via, in base ai gusti. Il legno aiuterà poi a scaldare l’ambiente.

Ultimamente gli scandinavi si stanno allontanando dal total white, scelgono tinte più luminose, che hanno un effetto positivo sulle emozioni e ritmano lo spazio. Non dimentichiamo comunque che esistono diverse tonalità di bianco. Il bianco gesso per esempio è perfetto per una casa in riva al mare. Il bianco sporco dall’effetto leggermente invecchiato regala agli interni un fascino fané, se utilizzato sulle pareti in contrasto con un soffitto color gesso. Il bianco burro per dipingere muri e soffitto ha un effetto cocoon in un’accogliente camera da letto.

Se in casa non ti piace osare e hai paura di stancarti con scelte troppo ardite, il bianco è sempre un classico, basta imparare a dosarlo e accostarlo con sapienza, senza che ti accechi, perché, ricordati, il colore è luce. Lascia che ti avvolga, anche tra le mura di casa, e non te ne pentirai.

No Comments

Post A Comment