Mando’lato veneto

Per tradizione ogni anno, con le feste di Natale, arriva nelle case dei veneziani, e da oggi anche nella tua, il Mando’lato. Questo dolce dal gusto inconfondibile e croccante nasce dalla combinazione di 3 semplici ingredienti: il miele, gli albumi e le mandorle. Molto simile al torrone dei cremonesi, la versione veneta prevede la cannella, l’ingrediente segreto della sua venezianità, alcuni aggiungono anche dei pezzetti di cedro candito. Rispetto al torrone di Cremona ha un colore leggermente più scuro. Hai già l’acquolina? Preparalo insieme a noi!

 Difficoltà: medio-facile

 Tempo: 2h + il tempo in frigo

 Vino: Vin santo di Gambellara

 Regione di provenienza: Veneto

  Costo: Medio

INGREDIENTI

  • 500 g miele (noi d’acacia)
  • 1 kg di mandorle dolci pelate e tostate
  • 2 albumi
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • cialde bianche (noi 2 formato A4)

PREPARAZIONE

Scalda a fuoco bassissimo il miele per 30 minuti, mescolando in continuazione. Poi lascialo riposare e intiepidire per mezz’ora. Intanto monta a neve 1 albume. Rimetti sul fuoco il miele a fuoco bassissimo per altri 30 minuti e, sempre rimescolando, unisci l’albume montato. Spegni e lascia riposare per un’altra mezz’ora. Nel frattempo monta a neve anche il secondo albume e prepara un recipente largo e basso foderato di cialde (una teglia per esempio). Rimetti sul fuoco basso il miele e, sempre rimescolando, aggiungi il secondo albume montato. Unisci quindi le mandorle e la cannella, mescola ancora delicatamente e versa nel recipiente con le cialde. Lascia raffreddare e servi il mando’lato rompendolo a pezzetti con un grosso coltello affilato.

No Comments

Post A Comment